Codroipo Cuore Live del Medio Friuli

Sito del Turismo del Medio Friuli: conoscere, capire e gustare il Medio Friuli

Associazione Intercomunale dei Comuni del Medio Friuli: Basiliano, Bertiolo, Camino al Tagliamento,

utility

Cerca

Scegli la lingua

Lingua italiana Lingua inglese Lingua tedesca

GLI ANTICHI MULINI

La visita ai mulini del Medio Friuli costituisce un itinerario suggestivo ed alternativo e permette di riscoprire la storia e le usanze di questo territorio, unendo all’attività didattica l’elemento ambientale.

Nel comune di Mereto di Tomba, collocato sulla sponda del canale Ledra, fra Mereto e Pantianicco, si trova il Mulino Romano o Mulin di Marchèt, ancora oggi in funzione e risalente al 1881, data in cui il parroco di Mereto, Vincenzo Costantini, fece costruire la struttura su un terreno di proprietà di un certo Giacomo Romano, noto in paese come Marchèt, da qui la doppia nomenclatura tuttora in uso. Il mulino, edificio dalle imponenti dimensioni, è affiancato da altri rustici che ospitano un caratteristico agriturismo, dove è possibile assaporare la cucina tipica friulana e assistere a serate culturali durante i mesi estivi.

A Sedegliano, inoltre, tra i due borghi rurali di Rivis e Turrida, in località Remis, è presente un museo dell’arte molitoria ed è ancora funzionante il mulino del XVI secolo; in esso le antiche pale sono state sostituite da una moderna turbina azionata dall’acqua della roggia di Codroipo, che è ancora in grado di macinare i chicchi di granturco.

La forza delle acque del fiume Varmo era sufficiente a garantire il funzionamento del pittoresco mulino di Glaunicco, costruito nell’ omonima località in territorio di Camino al Tagliamento e reso celebre dallo scrittore Ippolito Nievo. Il mulino sfruttava un piccolo salto di quota per alimentare la grande pala per la macinazione dei cereali, rimasta attiva fino agli anni sessanta; oggi l’edificio è stato trasformato in un ristorante caratteristico e ravvivato dal grazioso contesto ambientale in cui è inserito.

Nella zona di Codroipo, invece, si può completare la piacevole passeggiata nel Parco delle Risorgive con una interessante visita ai vari mulini, protagonisti o testimoni di numerose vicende passate, sorti in quest’area grazie all’abbondanza di acque e ubicati ai margini della zona boschiva, lungo la roggia di San Odorico.

data-cke-saved-src=/www.codroipocuorelivemediofriuli.com/ckeditor-ckfinder-integration/uploads/images/glaunicco.png data-cke-saved-src=/www.codroipocuorelivemediofriuli.com/ckeditor-ckfinder-integration/uploads/images/mulino(4).png

Ai bordi del biotopo delle Risorgive di Flambro, in comune di Talmassons, sulla riva della Roggia Cusana, si trova il vecchio mulino Braida o Magrini: risalente al Settecento e rimaneggiato nel 1810, è un antico opificio di notevole pregio architettonico, destinato ad essere la sede del “Centro Visite” e di una esposizione museale.

 

Visita anche le sezioni:

L'AMBIENTE DEL MEDIO FRIULI I PARCHI, I BOSCHI E I BIOTOPI LE VILLE E DIMORE STORICHE
data-cke-saved-src=/www.codroipocuorelivemediofriuli.com/ckeditor-ckfinder-integration/uploads/images/mediofriuli.png data-cke-saved-src=/www.codroipocuorelivemediofriuli.com/ckeditor-ckfinder-integration/uploads/images/boschi(2).png data-cke-saved-src=/www.codroipocuorelivemediofriuli.com/ckeditor-ckfinder-integration/uploads/images/villamangiarotti.png

 

Oppure cerca informazioni sull'ambiente dei singoli comuni: